Unione Ex Convittori Real Collegio Carlo Alberto



  • 19 dicembre 1948




    Il campo sportivo visto dal Collegio
    Questa data segna un vero e proprio spartiacque tra due epoche, perché segna la fine del periodo del calcio carloalbertino nei quattro cortili - se si esclude qualche partita della "nazionale" al campo di Testona - e l'inizio di una vera e propria attività che culminerà - nel 1979 - con la nascita del "Foot-ball Club Carlo Alberto". Qui però diamo spazio ai ricordi di Renzo Segala, da "Collegio sul Po". "(..) Dopo colazione ogni camerata scendeva nel cortile che le spettava e cominciava la quotidiana partita di calcio. (..) La ricreazione in cortile durava una buona ora, dopodiché, affaticati e madidi di sudore, tornavamo in camerata e, fatta una sommaria pulizia, ci rimettevamo a studiare". Ma la verità vera era un'altra: con i convittori giocavano anche prefetti e Padri e ogni partita era occasione di veri "regolamenti di conti" per fatti avvenuti in camerata o nelle aule scolastiche. Ricordo benissimo certi interventi, al limite del regolamento, su P. Argenta e su P. Mazzinelli, su qualche prefetto severo e qualche volta ingiusto, per non escludere le piccole vendette, tra compagni di camerata. Il calcio - ora più parlato, letto, televisto - era una molto importante valvola di sfogo quotidiana, per tutti i convittori. Ben altra "gente" frequentava il tennis, la scherma, la pallavolo, la pallacanestro - anche se spesso i protagonisti erano gli stessi - perché solo il calcio - con quel maledetto albero da scartare oltre che l'avversario - solo il calcio era vita, confronto, vittoria o sconfitta, sul campo.



    CRONOLOGIA:


    Copyright © 1999 - 2005 Unione Ex Convittori Real Collegio Carlo Alberto