Unione Ex Convittori Real Collegio Carlo Alberto





Carlo Alberto di Savoia Carignano (1798 - 1849) fu riconosciuto dal Congresso di Vienna erede al trono di Sardegna, poichè lo zio Carlo Felice non aveva figli maschi. Durante i moti del 1821, mentre era reggente in seguito all'abdicazione di Vittorio Emanuele I, promise la costituzione e dopo la successione a Carlo Felice, avvenuta nel 1831, concesse lo Statuto. Nel 1849 abdicò in favore del figlio Vittorio Emanuele II e morì quattro mesi dopo esule ad Oporto. Durante il suo regno revisionò profondamente la struttura dello stato e si interessò a fondo di problemi sociali quali l'educazione e l'assistenza. I profondi mutamenti nella società intorno agli anni 30 dell'800, l'evoluzione economica e la crescita della borghesia portarono alla necessità di incrementare l'istruzione popolare: durante il regno di Carlo Alberto si diffusero scuole, asili, istituti di istruzione per formare da un lato la professionalità tecnica delle maestranze, dall'altro una popolazione dotata almeno di un'istruzione elementare. Il Real Collegio Carlo Alberto si collocava invece su un altro piano: doveva rappresentare, secondo i desideri del re, un centro di formazione nel quale la nobiltà potesse essere preparata ad affrontare adeguatamente la carriera militare e quella amministrativa.



  • Continua...

    NOTE SULLA STORIA DEL REAL COLLEGIO CARLO ALBERTO:

    Copyright © 1999 - 2005 Unione Ex Convittori Real Collegio Carlo Alberto